Premio Cinema Giovane

CLICCA QUI PER SCOPRIRE IL PROGRAMMA DELLA XVIII EDIZIONE
IN PROGRAMMA DAL 3 AL 5 OTTOBRE 2022

Il Cinecircolo Romano organizza annualmente, a partire dalla stagione 2004/2005, la rassegna del cinema giovane italiano: Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime, che è dedicato agli autori di opere prime e ai giovani interpreti ed artisti del cinema italiano dell’ultima stagione ed è caratterizzato dal giudizio espresso dal pubblico su apposite schede e da premi tecnici assegnati da una giuria di esperti. Lo scopo quindi è quello di dare annualmente un riconoscimento a personaggi emergenti del panorama cinematografico italiano direttamente da parte del pubblico partecipante.

Una Commissione di esperti/Giuria appositamente nominata, composta da membri altamente qualificati di esperti nazionali ed internazionali del mondo del cinema, effettua una selezione di film italiani opere prime, prendendo in esame tutti quelli distribuiti nel corso dell’anno solare precedente quello della effettuazione del Festival e nominando i tre film in concorso per il primo premio, il Premio Cinema Giovane propriamente detto, e per il Premio Opera Preferita dagli Studenti, entrambi assegnati dal pubblico. Tutti i film selezionati sono inoltre candidati a ricevere i premi tecnici assegnati dalla Giuria: Menzione speciale della Giuria; Premio Giorgio Fanara alla Migliore Attrice; Premio Giorgio Fanara al Migliore Attore; Migliore Regia; Migliore Sceneggiatura; Migliore Montaggio; Migliore Fotografia(cinematografia); Migliore Scenografia; Migliori Costumi; Migliori Musiche; Migliore Trucco; Migliori Effetti visivi; Migliore Produttore di Opera prima.
Inoltre, tutti i film selezionati, in seguito alla firma del protocollo d’intesa 2022 tra SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani) e AFIC (Associazione Festival Italiani di Cinema) sono altresì candidati al PREMIO DELLA CRITICA ITALIANA (SNCCI), istituito per la prima volta nei 18 anni di storia del Festival, per la edizione 2022. Il Premio sarà assegnato da una giuria indipendente, composta da tre critici designati da SNCCI.

Durante la rassegna vengono proiettati in media 9/10 opere prime del cinema giovane italiano. Complessivamente alle proiezioni si sono riscontrate storicamente dalle 6.000 alle 10.000 presenze ad inviti gratuiti. Il Festival è stato il primo in Italia ad essere dedicato esclusivamente alle opere di esordio, ed in questo racchiude in sé elementi di novità ed unicità. La linea faro della manifestazione è la ricerca della qualità cinematografica delle opere in concorso e selezionate. Conseguenza ne sono le diverse provenienze, e le diversità culturali delle opere presentate. La qualità culturale ed artistica del progetto è dimostrata dalla qualità del membri del Comitato di Selezione, dalla qualità delle opere selezionate nelle edizioni precedenti, come dall’Albo d’Oro riportato di seguito (che ha visto tra i premiati delle edizioni precedenti: Saverio Costanzo, Edoardo Leo, Beppe Fiorello, Vinicio Marchioni, Donatella Finocchiaro, Micaela Ramazzotti, Valeria Golino, Riccardo Scamarcio, Giuseppe Battiston, Valentina Lodovini, Sabrina Impacciatore, Fausto Brizzi, Edoardo Falcone, Alice Rohrwacher, Laura Bispuri, Francesco Miccichè, Sidney Sibilia, Marco Danieli, Andrea Magnani, Nicola Nocella, Andrea De Sica, Valerio Mastrandrea, Stefano Cipani, Mauro Mancini), dalla qualità (e quantità) dei registi, attori, artisti intervenuti ad accompagnare le loro opere nelle edizioni passate.

Trattandosi di opere di esordio, e quindi di autori per lo più sconosciuti, per definizione le opere sono caratterizzate da scarso potenziale distributivo per gli esercenti. La ribalta fornita a tali opere dal Premio Cinema Giovane & Festival delle Opere Prime è capace il più delle volte di farle uscire dal novero dei cosiddetti “film invisibili”. Donando loro una opportunità di visibilità e, a volte, una vera seconda vita distributiva.

Il fiore all’occhiello del Festival sono gli incontri con gli artisti e i registi dei film selezionati che partecipano ai vari appuntamenti con il pubblico e gli studenti. Il ruolo del pubblico, a inviti gratuiti anche per spettatori ospiti (ritiro coupon con semplice registrazione), è fondamentale in quanto allo stesso spetta il compito di votare i film in concorso su apposita scheda.

Eventi collaterali al Festival sono:
– PROGETTO EDUCAZIONE AL CINEMA D’AUTORE, dedicato ai giovani studenti provenienti da Comuni Laziali e di altre regioni
– PCTO (EX ALTERNANZA SCUOLA LAVORO – A.S.L.), dedicato a giovani studenti dei licei di Roma avviati alla professione di critico cinematografico

Centinaia di ragazzi  prendono parte alle tre proiezioni mattutine, partecipano attivamente agli incontri/dibattiti con i registi e gli artisti e producono recensioni sui tre film in concorso. Due delle quali vengono premiate: una per gli studenti partecipanti al Progetto di Educazione al Cinema d’Autore e una per chi aderisce al PCTO.

Clicca qui per scoprire Albo D’oro PCG al 2021